sabato, Maggio 25, 2024
HomeSpettacolo e GossipCodacons caccia Chiara Ferragni dalla Sicilia? “Ospite non gradita”, l’accusa

Codacons caccia Chiara Ferragni dalla Sicilia? “Ospite non gradita”, l’accusa

Chiara Ferragni nelle ultime ore è finita nella bufera social a causa delle sue vacanze siciliane in barca, ma il Codacons ci è andato giù ancora più pesante.

Da qualche giorno l’imprenditrice digitale si stava godendo una rilassante vacanza in barca insieme ai suoi amici tra le isole Eolie e non solo. Tuttavia, l’influencer è finita al centro di una nuova polemica per aver pubblicato su Instagram foto in cui si trova in bikini in barca sorridente, mentre la Sicilia è devastata dagli incendi.

Molti utenti hanno criticato la Ferragni per aver postato una foto così frivola in un momento così difficile. Ma non si è fatta attendere la reazione del Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori.

“Invitiamo Chiara Ferragni ad abbandonare immediatamente la Sicilia e a scusarsi col popolo siciliano per la grave mancanza di rispetto e per l’insensibilità dimostrata attraverso le sue foto – ha affermato il Codacons Sicilia – Se non lascerà l’isola spontaneamente, siamo pronti ad avviare una raccolta firme sul web dove i cittadini siciliani potranno chiedere l’allontanamento dell’influencer dalla nostra regione”.

Codacons contro Chiara Ferragni: l’influencer si difende

Dopo la bufera social scatenata dagli scatti della moglie di Fedez sono arrivate le reazioni, sia del rapper che della stessa influencer.

Infatti, l’influencer per placare gli animi ha scritto in una Stories di Instagram: “Oggi sono stata a Palermo e ho visto con i miei occhi la devastazioni che questa terra sta subendo. È chiaro che tutto questo è più grande di me e di tutti noi”. E continua poi: “Ho provato a pensare cosa avrei potuto fare per dare una mano e non ho trovato una risposta, ma se le istituzioni dovessero avere bisogno di me in qualche modo io sono qui per fare la mia parte”.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli