sabato, Maggio 25, 2024
HomeSpettacolo e GossipEurovision 2023: le star del concorso musicale di quest'anno si esibiscono al...

Eurovision 2023: le star del concorso musicale di quest’anno si esibiscono al pre-party finale

Manca meno di un mese all’Eurovision 2023 Song Contest a Liverpool.

“Non vogliamo che tutto questo finisca”, dicono le austriache Teya e Salena.

Per l’ultima volta prima dell’inizio della competizione, gli artisti si sono esibiti sul palco durante il pre-party finale che si è svolto ieri sera a Londra.

Nelle ultime settimane si sono svolti concerti in tutta Europa in Spagna, Polonia, Israele, Paesi Bassi e nel Regno Unito.

“Ogni volta che le persone ci chiedono chi sono i nostri preferiti, quest’anno è così forte e siamo così grate di essere circondati da così molti artisti straordinari”.

La loro canzone Who The Hell Is Edgar? è una versione satirica dell’industria musicale, ma se il loro entusiasmo per il concorso canoro è qualcosa di straordinario.

“Adoro questa comunità”, spiega Loreen, una delle preferite di quest’anno con la sua canzone Tattoo.

“Spero che le persone capiscano quanto li amo e quanto ci tengo”, aggiunge la star svedese.

L’Eurovision di oggi

Sul palco dell’Eurovision 2023, 37 paesi saranno rappresentati mentre il Regno Unito ospita uno dei più grandi spettacoli del mondo per la prima volta in 25 anni.

Il concorso è cambiato molto dal 1998 e parti di esso sono persino irriconoscibili rispetto a com’era 11 anni fa.

“Allora non c’erano pre-party”, ride Loreen. “È davvero eccitante ora viaggiare e incontrare persone e tutti conoscono già la canzone ed è pazzesco.”

Le canzoni che fanno impazzire la folla ai pre-party non sono necessariamente quelle che andranno bene nella competizione, dove 160 milioni di spettatori potranno anche dire la loro votando a casa.

Ma quello che danno è un’idea di chi può cantare dal vivo, chi potrebbe aver bisogno di qualche lezione di ballo e chi può comandare un palco.

Non c’è dubbio che i Joker Out della Slovenia siano dei professionisti in quello che fanno, e tra le tante band nella competizione di quest’anno hanno continuato a far crescere la loro base di fan dall’ultima volta che li ho visti a Barcellona tre settimane fa.

“È un’esperienza pazzesca – in Slovenia abbiamo concerti nelle arene e qui avremmo difficoltà a riempire un pub”, mi dice ridendo la band.

Sono modesti però, hanno facilmente ottenuto uno dei più grandi applausi sia fuori dal locale incontrando i fan che sul palco.

“Abbiamo davvero bisogno di riposo”, dicono, e hanno ragione. Star dell’Eurovision come gli italiani Måneskin, che all’inizio di quest’anno erano in corsa per un Grammy come miglior nuovo artista, hanno dimostrato che il concorso può rendere una band globale.

I successi dell’Eurovision dall’ultima volta che lo spettacolo è stato ospitato nel Regno Unito

Ora inizieranno intense prove per ogni atto nel loro paese prima che si rechino tutti all’arena M&S di Liverpool nelle prossime due settimane.

“Dobbiamo davvero arrivare a Liverpool in fretta perché ci fa pagare a ore”, scherza l’australiano Voyager.

Stanno parlando del loro vocalist Daniel Estrin, avvocato di giorno e rock star di notte.

Come Loreen, negli ultimi quattro anni ho visto la stagione dei pre-party crescere fino al punto in cui, per certi aspetti, sono diventati irriconoscibili.

Ora sono produzioni su vasta scala gestite in modo completamente indipendente da volontari. Sono indossati da persone che amano il concorso e desiderano che i fan di tutto il continente abbiano il maggior accesso possibile alla competizione.

Quando arriva la settimana dell’Eurovision, gli artisti possono essere esausti dalle prove e sentono la pressione per fare bene.

La stagione pre-party consente agli artisti di divertirsi e anche di godersi la musica dei loro concorrenti.

L’Eurovision non è solo un sabato sera di maggio: per molti è un evento che dura tutto l’anno e non c’è bisogno di un invito.

Tutti sono sempre i benvenuti e la prossima festa è a Liverpool.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli