sabato, Maggio 25, 2024
HomePersonaggiMichael Jackson: dai Jackson 5 alla nascita del "Re del pop"

Michael Jackson: dai Jackson 5 alla nascita del “Re del pop”

Michael Jackson, vero nome Michael Joseph Jackson o Michael Joe Jackson, nato il 29 agosto 1958 a Gary, Indiana, Stati Uniti. Il famosissimo cantante è morto il 25 giugno 2009 a Los Angeles, California.

È stato un cantante, compositore e ballerino statunitense che è stato l’artista più popolare al mondo nei primi e medi anni ’80.

Cresciuto a Gary, Indiana, in una delle famiglie musicali più acclamate dell’era del rock, Michael Jackson era il membro più giovane e talentuoso di cinque fratelli che il padre, Joseph, aveva formato in un gruppo di bambini stellari noti come i Jackson 5.

Oltre a Michael, i membri dei Jackson 5 erano Jackie Jackson (nome di battesimo Sigmund Jackson, nato il 4 maggio 1951 a Gary), Tito Jackson (nome di battesimo Toriano Jackson, nato il 15 ottobre 1953 a Gary), Jermaine Jackson (nato l’11 dicembre 1954 a Gary) e Marlon Jackson (nato il 12 marzo 1957 a Gary).

I Jackson 5

Il presidente della Motown Records Berry Gordy, Jr. rimase impressionato dal gruppo e li firmò nel 1969. Con i vestiti più chiassosi, le acconciature afro più grandi, la coreografia più scattante, e un entusiasmo giovanile e soulful, i Jackson 5 diventarono un successo immediato.

Nel 1970 fecero quattro successi consecutivi al numero 1 della pop con “I Want You Back”, “ABC”, “The Love You Save” e “I’ll Be There”. Con Michael al comando delle classifiche pop come solista con “Ben” e arrivando al secondo posto con “Rockin’ Robin”, e con i Jackson 5 che producono brani-tendenza come “Dancing Machine”, la serie di successi della famiglia per la Motown durò fino al 1975.

Mentre Michael maturava, la sua voce cambiava, si innalzavano tensioni familiari e scoppiò una battaglia di contratti. Il gruppo si sciolse definitivamente con la Motown, passando alla Epic Records come i Jacksons. Jermaine rimase alla Motown come solista e fu sostituito dal suo fratellino, Randy Jackson (in pieno Steven Randall Jackson, nato il 29 ottobre 1961).

Come gruppo musicale, i Jacksons ebbero un successo costante fino al 1984 e la loro sorella Janet Jackson avviò la sua carriera musicale solista nei primi anni ’80; tuttavia, gli album solisti di Michael assunsero uno status completamente diverso.

Il “re del Pop”

Il primo album da solista di Jackson per la Epic, Off the Wall (1979), ha superato tutte le aspettative. Questo è stato l’album più venduto dell’anno, vendendo oltre 20 milioni di copie. Prodotta dal veterano dell’industria Quincy Jones, Off the Wall ha prodotto i singoli di successo internazionale “Don’t Stop ‘til You Get Enough” e “Rock with You”, entrambi caratterizzati dallo stile energico di Michael e sfruttati dalla moda contemporanea della disco dance.

Tre anni dopo, ha fatto ritorno con un’altra collaborazione con Jones, Thriller, una prova d’atletismo che ha incluso una serie di ospiti e lo ha elevato alla superstardom mondiale. Thriller ha vinto una serie di premi, inclusi otto Grammy, stabilendo un record; è rimasto nelle classifiche per più di due anni e ha venduto più di 40 milioni di copie, mantenendo a lungo la distinzione di essere l’album più venduto nella storia.

Il primo singolo dell’album, “The Girl Is Mine”, un duetto facile con Paul McCartney, ha raggiunto il primo posto delle classifiche rhythm-and-blues e il secondo posto delle classifiche pop nell’autunno del 1982. Il singolo successivo, “Billie Jean”, una traccia di danza elettrizzante e il veicolo per la “moonwalk” trademark di Jackson, ha raggiunto il primo posto delle classifiche pop, così come “Beat It”, che ha presentato un assolo fracassante del famoso chitarrista Eddie Van Halen.

Inoltre, “Beat It” ha contribuito a abbattere le barriere artificiali tra artisti bianchi e neri alla radio e nel formato emergente dei video musicali in televisione.

Michael Jackson era conosciuto in tutto il mondo come il “Re del Pop”. Il suo attesissimo tour di reunion Victory con i suoi fratelli fu uno degli eventi musicali più popolari del 1984.

Nel 1985 Jackson e Lionel Richie co-scrissero “We Are the World”. Il singolo simbolo di USA for Africa, un progetto all-star mirato al soccorso delle vittime di carestia.

Altri album solisti – Bad (1987), che produsse cinque hit in vetta alle classifiche (tra cui il brano omonimo e “Man in the Mirror”) e Dangerous (1991), gran parte del quale fu prodotto dalla sensazione del New Jack Swing Teddy Riley – consolidarono la dominanza di Jackson sulla musica pop. Nel 2001 è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame; nel 1997 lo sono stati i Jackson 5.

Accuse di pedofilia, difficoltà finanziarie e morte di Michael Jackson

Lo stile di vita eccentrico e appartato di Michael Jackson diventò sempre più controverso nei primi anni ’90. La sua reputazione subì un grave danno nel 1993. Michael Jackson fu accusato di molestie su un ragazzo di 13 anni a cui si era avvicinato come amico. Una causa civile fu risolta fuori dal tribunale.

Nel 1994 Michael Jackson sposò segretamente Lisa Marie Presley, figlia di Elvis Presley, ma il loro matrimonio durò meno di due anni. Poco dopo Jackson si sposò nuovamente, e da questo matrimonio nacquero dei figli, ma anche questo finì in un divorzio. Pur rimanendo una celebrità internazionale, la sua immagine negli Stati Uniti fu lenta a riprendersi.

Questa subì un unteriore crollo nel novembre 2003 quando fu arrestato e accusato di molestie su minori. Dopo un processo che durò 14 settimane e che diventò una sorta di circo mediatico, Jackson fu assolto nel 2005.

A seguito di questi eventi, Michael Jackson subì un crollo finanziario che portò alla vendita di molti dei suoi cospicui beni. Tra questi ci fù la vendita della sua lussuosa tenuta di Neverland.

Si stava preparando per una serie di concerti ad alto profilo che sperava avrebbero scatenato un ritorno, quando morì improvvisamente per arresto cardiaco il 25 giugno 2009. Questo suscitò una diffusa manifestazione di dolore da parte dei suoi fan. Tale situazione culminò in una celebrazione commemorativa della sua vita e del suo lascito il 7 luglio presso lo Staples Center di Los Angeles. Molti amici fecero i loro tributi come Stevie Wonder, Berry Gordy Jr., Brooke Shields e Al Sharpton.

Ad agosto del 2009, il medico personale di Jackson fu ritenuto colpevole di omicidio colposo. Nel novembre 2011 fu dichiarata l’omicidio di Michael Jackson da parte del medico personale.

ll documentario cinematografico This Is It, che utilizzava più di 100 ore di materiale girato durante le prove per il ritorno sul palco di Jackson con 50 concerti a Londra, è stato presentato in anteprima nell’ottobre del 2009.

Sempre nel 2009, il video musicale di 14 minuti di Jackson “Thriller” (1983), diretto da John Landis, è stato inserito nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Questo fu il primo video musicale a ricevere questo onore.

Successivamente sono stati prodotti altri documentari, tra cui Leaving Neverland (2019), basato su due uomini che accusano Jackson di aver abusato sessualmente di loro quando erano bambini.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli