venerdì, Aprile 12, 2024
HomeSportRafael Nadal: perché l'assenza dello spagnolo dal Roland Garros è difficile da...

Rafael Nadal: perché l’assenza dello spagnolo dal Roland Garros è difficile da immaginare

Non importa quante volte ti ripeti ‘Rafael Nadal sta perdendo il Roland Garros’, sembra ancora quasi impossibile.

Lo spagnolo che è sinonimo di Roland Garros, la terra rossa e il trofeo Coupe des Mousquetaires che ha alzato un record di 14 volte non sarà presente quando l’edizione di quest’anno inizierà il 28 maggio perché non è abbastanza in forma a causa di un infortunio all’anca.

Anche il fatto che sia un problema fisico a tenerlo fuori è quasi inconcepibile se si considera che ha vinto il titolo l’anno scorso con un piede sinistro completamente intorpidito a causa di molteplici iniezioni antidolorifiche.

Annunciando giovedì che avrebbe perso il suo evento preferito per la prima volta in 19 anni, ha anche segnalato la sua intenzione di ritirarsi alla fine della stagione 2024.

Il suo piano di prendersi un po’ di tempo fuori dai giochi ora – non era sicuro se sarebbero stati due mesi, quattro mesi, qualunque cosa – mira a garantire che sia nella forma migliore per un ultimo anno di “arrivederci” al più importante tornei per lui.

In cima a quella lista ci sarà il Grande Slam su terra battuta, che lui – a differenza di molti dei suoi fan – ha descritto come “Roland Garros con o senza di me”.

“I giocatori restano per un po’ e se ne vanno, i tornei restano per sempre”, ha detto giovedì in una conferenza stampa.

Ma quando è stato chiesto qualche settimana fa come sarebbe stato un Roland Garros senza Nadal, la direttrice del torneo Amelie Mauresmo ha detto che sarebbe “difficile” da immaginare.

“Fa così tanto parte della storia del torneo negli ultimi quasi 20 anni – sarebbe triste”, ha detto.

Non importa immaginarlo, ora lo stiamo vivendo.

Quindi, cosa significa l’assenza di Nadal per il Roland Garros e oltre?

Rafael Nadal si ritira dagli Open di Francia e prevede di ritirarsi nel 2024

Una statua di Nadal è stata svelata al Roland Garros nel 2021, ma da allora gli organizzatori hanno ammesso che anche quello non sarà un tributo sufficiente al più grande giocatore del torneo quando alla fine si ritirerà.

Avranno ora un anno per pianificare il suo espulsione, mentre lo stesso Nadal non vorrebbe festeggiare di meglio con un 15° titolo per concludere una carriera straordinaria.

Ha vinto il titolo Open di Francia alla sua prima apparizione lì nel 2005, trionfando altre 13 volte nei successivi 17 anni.

Nessun giocatore ha vinto così tanti titoli di singolare in un torneo importante come il mancino al Roland Garros.

Conosciuto come il “Re della terra battuta”, Nadal ha vinto 112 delle sue 115 partite agli Open di Francia.

La prima sconfitta di Nadal è stata una sconvolgente sconfitta al quarto turno contro lo svedese Robin Soderling nel 2009, prima delle sconfitte nei quarti di finale contro il serbo Novak Djokovic nel 2015 e nel 2021.

L’anno scorso, due giorni dopo il suo 36esimo compleanno, Nadal ha riconquistato il titolo battendo il norvegese Casper Ruud in finale per diventare il più anziano campione di singolare maschile dell’Open di Francia.

Poteva ancora estendere quel record?

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli