sabato, Maggio 25, 2024
HomeNewsTifone Talim: migliaia di persone evacuate nella Cina meridionale

Tifone Talim: migliaia di persone evacuate nella Cina meridionale

Un potente tifone, ribattezzato tifone Talim, si è abbattuto nella provincia cinese di Guandong con quasi 230.000 persone evacuate dalle loro case.

Talim, il quarto tifone di quest’anno, ha colpito la costa meridionale con venti di quasi 140 km/h.

Le mareggiate hanno sferzato la costa, mentre forti venti e pioggia hanno portato alla cancellazione di centinaia di voli e treni.

Il Vietnam ha dichiarato che sta evacuando circa 30.000 persone a Quang Ninh e Hai Phong, che si prevede saranno le più colpite.

Tifone Talim: la situazione allarmante

Talim è arrivato intorno alle 10:20 ora locale (14:20 GMT), ha dichiarato l’amministrazione meteorologica cinese, emettendo un allarme arancione, il secondo più alto in un sistema a quattro livelli.

Il tifone potrebbe perdere velocità entro martedì mattina e “indebolirsi e dissiparsi sul nord del Vietnam” mercoledì, ha aggiunto.

L’amministrazione meteorologica cinese ha dichiarato che il tifone Talim, il quarto tifone dell’anno, è arrivato a riva sulla costa della provincia di Guangdong intorno alle 22:20 ora locale (14:20 GMT) di lunedì notte, con venti massimi di 136,8 km all’ora ( 85 km/h).

Ondate di tempesta e piogge sferzanti hanno anche martellato la costa meridionale dal Guangdong alla provincia di Hainan, ha detto l’amministrazione meteorologica.

È stato emesso un avviso meteorologico arancione, il secondo più alto avviso in un sistema con codice colore a quattro livelli. Quasi 230.000 persone nel Guangdong sono state evacuate in salvo a partire dalle 17:00 ora locale (09:00 GMT) di lunedì.

Le persone evacuate nel Guangdong includevano più di 8.000 lavoratori di allevamenti ittici che sono stati portati a terra, affermano i media statali cinesi.

Le autorità locali hanno anche ordinato la chiusura di decine di destinazioni turistiche costiere.

Il tifone dovrebbe spostarsi nel Golfo di Beibu nel Mar Cinese Meridionale. Martedì mattina potrebbe fare un secondo approdo nell’area costiera della regione autonoma di Guangxi Zhuang.

Si prevedeva che onde fino a sei metri (20 piedi) avrebbero colpito la provincia meridionale dell’isola di Hainan, ha avvertito la stazione di previsione marina locale.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli